Tempo di lettura: 5 minuti
image_pdf

Il rischio di fare errori che ti possono costare cari quando acquisti un impianto fotovoltaico è molto alto.

Vuoi contribuire a ridurre le emissioni nocive che derivano da combustibili inquinanti?

Lo vuoi fare per l’ambiente?

Per il nostro pianeta?

Per il futuro tuo e dei tuoi figli che non devono pagare le colpe di chi li ha preceduti?

Oppure lo vuoi fare per risparmiare sulle bollette della luce?

Quali che siano i motivi che ti spingono devi però stare attento!

Vediamo insieme gli errori principali.

Cosa scoprirai in questo articolo:

1° ERRORE: SCEGLIERE SULLA BASE DEL PREZZO

pc-carta-di-credito

Primo dilemma: chi sceglierai? Chi sarà il tuo installatore? Che tipo di impianto fotovoltaico metterai sul tuo tetto?

Puoi avere il preventivo dell’elettricista vicino casa. Fa il prezzo più basso, e lo conosci da un po’: se c’è bisogno sai dove trovarlo.

Ma non consideri che:

  • Installare impianti fotovoltaici non è il suo lavoro principale e perciò ne vende pochi all’anno,
  • Sono realtà spesso poco organizzate e con poca esperienza,
  • È molto probabile che utilizzano materiali non di ultima generazione,
  • Non sono in grado di offrirti le garanzie

Oppure ci sarà l’azienda che ha il grande nome, che si è messa a vendere impianti fotovoltaici.

In realtà questa “grande azienda” concede l’uso del marchio a tutta una serie di installatori locali: saranno loro che installeranno l’impianto fotovoltaico e alla fine ti ritroverai sempre ad avere a che fare con il caso di cui parlavamo prima.

2° ERRORE: PENSARE DI AVER RISOLTO IL PROBLEMA DELLA BOLLETTA DELL’ENERGIA ELETTRICA

uomo-disperato

Pensi che sia una conseguenza immediata: alla fine è il minimo che ti aspetti per un investimento così importante!

Non è affatto così.

Qualsiasi impianto fotovoltaico permette di abbattere la tua bolletta solo quando riesci ad autoconsumare energia, cioè quando riesci ad utilizzare quella che il tuo impianto sta producendo in quel momento.

Quindi solo nelle ore di luce, che durante l’inverno sono ridotte e spesso sono ancora più limitate dal frequente maltempo.

Inoltre la parte che viene ridotta è solo la componente energia, che in una bolletta incide al massimo del 40% sul totale.

Il resto è composto da costi di trasporto, dispacciamento, costi fissi per il contatore, iva e accise.
Alla fine quanto ti avrà fatto risparmiare il tuo fotovoltaico in un anno?

3° ERRORE: ACQUISTARE UNA BATTERIA DI ACCUMULO PER RISOLVERE DEFINITIVAMENTE IL PROBLEMA DELLE BOLLETTE

batteria-di-accumulo

Pensi che potrebbe essere conveniente immagazzinare l’energia durante le ore del giorno quando non la utilizzi, per utilizzarla la sera quando l’impianto non funziona.

Devi sapere che non è proprio così:

  • Intanto, una batteria di accumulo costa molto. Spesso anche assai di più di un impianto fotovoltaico;
  • Inoltre, l’accumulatore potrà aiutarti proprio quando meno ne hai bisogno, cioè d’estate;
  • le batterie col tempo diminuiranno di rendimento e ti permetteranno di sfruttare sempre meno energia;
  • dopo 7-8 anni le batterie vanno sostituite, col risultato di dover mettere sul piatto altri soldi.

Non esattamente quello che immaginavi.

4° ERRORE: ACQUISTARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO SENZA LE DOVUTE GARANZIE

tetto-casa-fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico è composto da diverse componenti, alcune delle quali estremamente delicate.

La prima componente, quella più evidente, sono i pannelli solari, ma non sono tutti uguali.

Molte aziende ed installatori continuano a vendere pannelli fotovoltaici con una tecnologia obsoleta. O peggio ancora, credono che i clienti non si accorgeranno della differenza.

Devi affidarti a chi può installarti il meglio della tecnologia esistente sul mercato, con precise e specifiche garanzie a lunga durata altrimenti devi aspettarti di mettere le mani nel portafoglio.

Ancor più delicato, nel sistema di un impianto fotovoltaico, è l’inverter.

L’inverter è quel dispositivo che converte l’energia prodotta dai pannelli (energia di tipo continua) in energia pronta per essere utilizzata nelle nostre abitazioni (energia di tipo alternata). È quindi un apparato che lavora attivamente tutti i giorni.

Proprio per questo anche i migliori inverter sul mercato non possono durare più di 8-10 anni. È normale che sia così.

Molti venditori offrono una garanzia di soli 5 o 10 anni. Quindi auspicando una vita dell’intero sistema fotovoltaico di almeno 25 anni, dovresti considerare almeno 3 sostituzioni di inverter.
Il tuo impianto, che pensavi aver pagato a buon prezzo, alla fine ti sarà costato nella migliore delle previsioni almeno € 4000-5000 in più.

5° ERRORE: NON AVERE UN SISTEMA DI MONITORAGGIO

monitoraggio-remoto

Altrettanto importante è capire se il tuo impianto in ogni periodo dell’anno funziona alla perfezione.

Perché se così non fosse, non potrà mai portarti quei risultati di risparmio e di Produzione di Energia Pulita che tanto desideravi.

Senza un costante e reale monitoraggio del tuo impianto, rischi che ci sia un problema o un guasto e che te ne accorgi dopo mesi!

Chi ti ripaga di tutta l’energia che non hai prodotto, delle bollette che non hai abbattuto, dell’energia pulita che non hai generato?

Quando acquisterai un impianto fotovoltaico è di fondamentale importanza considerare l’utilizzo di un sistema di monitoraggio remoto preciso, chiaro ed affidabile.

COSA PUOI FARE?

famiglia-felice

La soluzione sta nel trovare quelle aziende che sono in grado di garantire:

  • Garanzie sulle parti più delicate dell’impianto fotovoltaico,
  • Siano anche produttrici di energia 100% rinnovabili,
  • Garantiscano l’accesso al nuovo sistema di Accumulo Virtuale,
  • Garantiscano gli opportuni sistemi di monitoraggio.

Vuoi avere maggiori informazioni? Vuoi sapere quali aziende offrono questi servizi? Riempi il form qui sotto: siamo pronti a darti tutte le info che ti servono!

Installare un fotovoltaico è il privilegio di poter produrre energia pulita: fallo con tutta la sicurezza che merita.