Tempo di lettura: 3 minuti
image_pdf

Ogni anno divoriamo miliardi di tonnellate di risorse naturali per produrre beni di consumo che si trasformano in quintali di rifiuti.

Questo comporta un enorme dispendio di risorse, sotto forma di materiali e di energia.

Per questo la gestione e lo smaltimento dei rifiuti possono avere un forte impatto ambientale.

Forse non sai che nel 2014 la produzione totale dei rifiuti ammontava a 2503 milioni di tonnellate!

Quali settori incidono di più nella produzione di rifiuti?

I settori che incidono di più nella produzione di rifiuti sono:

  • Costruzioni 34.7%
  • Attività estrattive 28.2%
  • Attività manifatturiere 10.2%
  • Servizi nel settore delle acque e dei rifiuti 9.1%
  • Attività domestiche 8.3%
  • Altre attività economiche 9.5% (di cui 3.9% per i servizi e 3.7% per l’energia).

Incidenza dei settori nella produzione di rifiutiA tutto il 2014 il volume dei rifiuti sottoposti a smaltimento è diminuito del 1.7% rispetto al 2004.

Nonostante ciò è ancora troppo alta la quantità di risorse che sprechiamo.

Bisogna cambiare mentalità. Il futuro è nelle nostre mani ed il riciclo dei rifiuti è fondamentale.

L’obiettivo per tutti deve essere l’adozione di un’economia circolare cioè usare materiali riciclabili a cui viene data una seconda vita.

Dobbiamo considerarli risorse e non rifiuti!

Tutto questo comporta un processo virtuoso che:

  • aiuta la sostenibilità ambientale,
  • riduce le emissioni di gas serra,
  • crea ricchezza e posti di lavoro.

In quest’ottica i materiali riciclabili sono considerati la settima risorsa dopo acqua, aria, carbone, petrolio, gas naturale e minerali.

Riguardo agli obiettivi di economia circolare raggiunti, l’Italia è un Paese virtuoso. Nella classifica europea ha battuto il Regno Unito, la Germania, Francia e la Spagna.

Nel 2017 nel Bel Paese è cresciuta la raccolta differenziata ed il riciclo dei rifiuti urbani è salito al 44%.

Secondo il Consorzio Conai sono stati riciclati 8,8 milioni di tonnellate di imballaggi cioè il 67,5 % di quanto immesso al consumo.

Abbiamo superato l’obiettivo del 65% fissato dalla nuova direttiva europea al 2025!

Il riciclo ha evitato che i rifiuti andassero in discarica, generando benefici economici per 970 milioni di euro e risparmiando 3,8 milioni di tonnellate di nuova materia prima.

Dunque è fondamentale riciclare.

Rifiuti
Stiamo per affogare nei rifiuti, possiamo riciclare e salvarci.

Quali materiali è importante riciclare?

Non tutto ciò che si può riciclare ha la stessa importanza. Tra i vari materiali è essenziale riusare:

  • Alluminio

Le lattine di alluminio sono riciclabili al 100% e ne consumiamo una grandissima quantità.

  • La Plastica Pet o HDPE

Si tratta delle bottiglie che contengono acqua e bevande oppure contenitori per detersivi e saponi.

  • Giornali e cartoni

Buttare carta significa abbattere alberi e sprecare petrolio, una delle risorse finite della Terra.

Pensa che riciclare una tonnellata di carta igienica permette di risparmiare 17 alberi.

  • Vetro

Riciclare il vetro fa diminuire di molto l’impatto che i rifiuti avrebbero su acqua e ambiente. Produrre vetro riciclato significa risparmiare la metà del fabbisogno di materia prima, un terzo di energia e di emissioni in atmosfera.

  • Computer e materiale elettrico

Puoi riciclare i computer fuori uso, i vecchi telefonini e le batterie.

In molti punti vendita puoi trovare alcuni contenitori dove vengono raccolti per essere riciclati nel modo migliore possibile.

Riciclare significa rinnovare, rigenerare le risorse della Terra, dare un futuro ai nostri figli!

Allora cosa aspetti?

Scegli di riciclare, scegli un mondo pulito!

Scopri di più, lascia i tuoi riferimenti e ti daremo tutte le informazioni che desideri!: