Tempo di lettura: 4 minuti
image_pdf

Presta attenzione a quel che fa la tua caldaia ogni volta che chiedi acqua calda. Quando apri un rubinetto in casa o che ti fai una doccia, anche se a temperatura tiepida la caldaia parte sempre. Non importa se sia per i pochi secondi che ti servono per lavarti le mani o per pulire una forchetta.

L’acqua calda e la tua caldaia

Forse non lo immagini, ma quel lavoro che stai chiedendo alla caldaia è molto alto: si tratta di uno “spunto” di potenza che deve portare l’acqua dalla temperatura ambiente a quella che desideri far sgorgare dal tuo rubinetto. Molto alto quindi, specialmente in inverno.

Forse non sai nemmeno che quando in inverno utilizzi la caldaia sia per il riscaldamento, che per avere acqua calda, deve necessariamente agire in base a una priorità imposta fornendoti solo l’acqua calda sanitaria.

Sì, hai capito bene! In caso di richiesta contemporanea dei due servizi, la caldaia ti fornisce unicamente acqua calda sanitaria. Con il risultato che nei 10 minuti in cui ti fai una doccia, il riscaldamento non funziona, perdendo una parte di quel lavoro precedentemente fatto: i termosifoni da caldi che sono, diventano tiepidi… e quindi finita la doccia ecco subito ripartire la caldaia per riportare a temperatura il riscaldamento. Doppio consumo quindi!

Nel valutare una soluzione al problema dell’acqua calda sanitaria, potresti aver pensato all’installazione del “vecchio” buon solare termico. Una tecnologia che può darti una mano sicuramente, peccato che non lo faccia…quando ti serve di più!

Proprio così: il solare termico lavora unicamente attraverso l’energia che viene fornita dal sole. I tuoi consumi per l’acqua calda solitamente si concentrano però in inverno e nella sera, quando hai bisogno di una bella doccia per toglierti le fatiche di una giornata impegnativa.

Purtroppo in inverno possono susseguirsi più giornate di tempo inclemente e aggiungendosi alle ridotte ore diurne, fanno sì che il solare termico non può assolutamente darti alcuna indipendenza per la tua acqua calda!

Quindi come puoi risolvere questo problema?

La soluzione c’è e si chiama Impianto Solare Termodinamico.

Impianto Solare Termodinamico
Impianto Solare Termodinamico

In casa, tutti noi, che si abiti in una villetta o un appartamento, possiamo installare un impianto solare termodinamico assicurandoci ottimi risparmi sui costi energetici. Il solare termodinamico può vantare i più bassi costi di gestione in assoluto, producendo acqua calda 365 giorni l’anno, in ogni ora del giorno e della notte, anche nei periodi di scarso irraggiamento solare.

È formato da due componenti fondamentali: un pannello esterno e un accumulo interno.

Ha una semplicissima installazione: il pannello esterno può essere collocato ovunque, non necessariamente sul tetto.

Il sistema sfrutta la seconda legge della termodinamica, da cui prende appunto il nome.

Come funziona? Bisogna immaginare una sorta di frigorifero al contrario.

Nel solare termodinamico un fluido refrigerante a bassa temperatura presente nel pannello esterno si riscalda, un po’ per il calore della radiazione solare e un po’ per la temperatura esterna.

Entrambi contribuiscono a creare una differenza di temperatura che fa sì che il refrigerante passi dallo stato liquido a quello gassoso e venga subito aspirato da un compressore che, detto fatto, lo comprime.

Cresce la pressione del gas caldo, e aumenta ancora la temperatura: il gas così compresso e caldo entra nel condensatore. Si tratta di una serpentina “arrotolata” attorno ad un serbatoio spesso in acciaio inox in cui c’è dell’acqua. Acqua che, ovviamente, così avvolta, si riscalda a scapito del refrigerante che cedendo il suo calore, procede verso la valvola di espansione e torna in fase liquida. Ecco il ciclo frigorifero inverso.

Quando riesce a riscaldare l’acqua il solare termodinamico?

Acqua calda tutto l'anno con il Solare Termodinamico

Per rispondere a questa domanda si devono distinguere tutte le condizioni possibili:

  • La notte: in queste ore, se la temperatura esterna non scende sotto lo zero, il sistema riesce a lavorare grazie alla bassissima temperatura di regime del fluido, in grado quindi di catturare calore dall’aria meno fredda all’esterno
  • Il vento: anche se freddo, il vento quando viene a contatto con i pannelli genera del calore grazie all’energia cinetica
  • La pioggia: il vapore acqueo in cielo contiene una grande quantità di calore, e la pioggia non scende mai sotto lo zero termico; è quindi una fonte di calore per il liquido all’interno dei pannelli
  • Il sole: i raggi solari sono una fonte di calore diretta per irraggiamento, e forniscono una quantità di calore maggiore, ma non sono fondamentali. Cosa ben diversa invece per i pannelli solari termici tradizionali, che funzionano solo quando c’è sole.

Ciò significa che non ha mai bisogno essere affiancato da un sistema ausiliario per produrre acqua calda sanitaria.

Le caratteristiche climatiche del nostro Paese possono farci ritenere che ci sia sempre quel  calore sufficiente al funzionamento del solare termodinamico. Basta una temperatura minima di -5° e lui riesce a dare sempre acqua calda a 55°.

Il tuo solare termodinamico ti permetterà quindi di:

  • Essere indipendente dal gas per tutta l’acqua calda che serve nella tua casa, ogni giorno dell’anno e in ogni momento della giornata
  • Ottimizzare i consumi del riscaldamento: in inverno la tua caldaia o il tuo sistema di generazione di riscaldamento si occuperò solo di fare quello, senza le dispersioni che il contemporaneo utilizzo dell’acqua calda sanitaria comporta. Inoltre da primavera ad autunno, quando non hai bisogno di riscaldamento ma solo di acqua calda sanitaria, potrai spegnere la tua attuale caldaia: non dovrà fare alcun tipo di lavoro!
  • Avere accesso alla Detrazione fiscale del 65% prevista per l’installazione di questo tipo di sistema. Una eccezionale motivazione in più per non perdere altro tempo!

Inoltre se abbini l’installazione del tuo impianto termodinamico all’installazione di un impianto fotovoltaico, potrai renderti indipendente anche per tutta la tua energia elettrica.

Impianto Fotovoltaico in abbinamento

Esiste un modo per non installare semplicemente un ottimo impianto termodinamico, ma per diventare un produttore di Energia Pulita e vedere moltiplicati i vantaggi che abbiamo sopra elencato.

Vuoi sapere come fare? Clicca qui