Tempo di lettura: 2 minuti
image_pdf

Con la Manovra 2020 il nostro governo ha istituito il “bonus facciate” con cui pulire il viso del nostro Bel Paese, ricco di arte e monumenti presenti anche nei singoli edifici, ma spesso trascurati.

Il decreto prevede la possibilità di accedere alla detrazione fiscale del 90% per le spese finalizzate al recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti ubicati in:

  • Zona A cioè in centri storici,
  • Zona B o zone già urbanizzate

Sono esclusi dalla detrazione le abitazioni in zona C, ossia presenti nelle aree destinate a nuovi complessi insediativi con bassa densità urbanistica.

Sarà possibile recuperare l’importo in detrazione attraverso 10 quote annuali.

Inoltre, nel caso in cui si decidesse di ritoccare l’intonaco di almeno il 10% della facciata, sarà obbligatorio rispettare requisiti di efficienza energetica che indurranno molti a scegliere di realizzare un cappotto termico.

Gli interventi esclusi dal Bonus facciata

Purtroppo dal bonus facciata sono esclusi gli interventi su:

  • Gli impianti di illuminazione
  • Pluviali
  • Sistemi termici
  • Cavi esterni

Per fortuna nel 2020 almeno restano invariate le detrazioni fiscali del 50% per gli impianti fotovoltaici e del 65% per quelli termici.

2020

In merito al Bonus Facciata 2020 sono 4 le notizie importanti:

  1. La detrazione delle spese è pari al 90%
  2. Varrà anche per le spese sostenute nel 2019
  3. In futuro potrebbe essere inserito il limite di spesa pari a 192.000 euro
  4. Potrà essere riconosciuto anche in caso di manutenzione ordinaria, per cui sarà sufficiente ritinteggiare la casa per usufruire del bonus.

Tutto bello, ma dispiace che tra i beneficiari del bonus non siano stati inseriti coloro che scelgono di installare energie rinnovabili.

A parer nostro, sarebbe stato utile e giusto incentivare ulteriormente l’adozione di uno stile di vita green.

Si tratta dunque dell’ennesima opportunità persa.

Inoltre, come se non bastasse, è stata eliminata la possibilità di scegliere la cessione del credito con cui l’acquirente avrebbe potuto usufruire di uno sconto immediato, pari all’ammontare della detrazione fiscale, sul costo dell’impianto.

Ci auguriamo che gli interventi futuri sulla manovra possano continuare a supportare la causa ambientale.

Certo, le istituzioni devono fare la loro parte, ma anche tu devi dare il tuo contributo.

Se vuoi noi saremo la tua spalla: ti accompagneremo verso la scelta di uno stile di vita green.

Continua a seguirci, iscriviti alla nostra Newsletter!