Tempo di lettura: 2 minuti
image_pdf

Installare un impianto fotovoltaico è un gesto importante per la salvaguardia dell’ambiente perché è il modo più efficiente di ridurre le emissioni di CO2.

Ma dal punto di vista del risparmio economico quanto è ancora vantaggioso per le famiglie italiane?

Per rispondere a questa domanda è importante esaminare alcuni aspetti del fotovoltaico e capire le differenze negli anni.

Una prima differenza è sicuramente riscontrabile nel prezzo.

Quando è iniziata la diffusione degli impianti il loro costo per un 3 kWp era di circa € 25.000. Adesso i prezzi variano in funzione della qualità e del brand dei prodotti utilizzati, ma generalmente il costo si aggira intorno alla metà.

Da non sottovalutare è anche la questione “conto energetico”. I simpatizzanti di lunga data ricordano il primo conto energetico con grande nostalgia.

Cos’è il conto energetico?

Si tratta di un pacchetto di incentivi e agevolazioni che il gestore dei servizi energetici (GSE) prevede per i soggetti che in Italia utilizzano l’energia solare derivante dall’installazione dei pannelli solari.

Il 1° conto energetico, attivato nel 2005, prevedeva un incentivo proporzionale alla taglia dell’impianto pari o superiore ai 0.460-0.490 €/kWh.

Oggi il conto energetico è calcolato in base a diverse variabili e non prevede dunque una tariffa universale.

In compenso però sono arrivate le detrazioni fiscali che consentono di vedere restituito in 10 anni il 50% del costo totale dell’impianto.

L’abbinata detrazione e scambio sul posto consente di ripagare l’impianto in circa 4 anni.

Dunque è più conveniente installare un impianto fotovoltaico oggi?

ed i motivi sono molteplici.

  • Oggi i moduli fotovoltaici sono molto più efficienti e ciò comporta la possibilità di installare più kWp nello stesso spazio, aumentando così la capacità di auto-produzione.
  • Gli ottimizzatori di potenza consentono una produzione maggiore.
  • La maggior parte degli installatori fornisce un sistema di monitoraggio attraverso cui controllare la produzione dell’impianto ed intervenire in tempo in caso di guasti.
  • I pannelli attuali durano di più e, una volta esauriti non è onere del proprietario occuparsi dello smaltimento perché, a differenza di anni fa, i produttori devono essere iscritti ad appositi consorzi.
  • Molti installatori offrono garanzie su:

– Il rendimento,

– Il prodotto,

– l’installazione.

È chiaro dunque che oggi il fotovoltaico è una tecnologia sempre più valida:

Con questo articolo abbiamo voluto tracciare la storia delle possibilità di risparmio in Italia grazie al fotovoltaico, ma ancora molto ci sarebbe da dire in merito e non tarderemo a farlo!

Continua a leggere e scoprirai i dettagli di questa fantastica tecnologia