inquinamento-capacita-cognitive

L’inquinamento danneggia anche le tue capacità cognitive

Gli effetti più drammatici dell’inquinamento atmosferico sono evidenti sull’ambiente; i cambiamenti climatici e l’aumento delle temperature ne sono un segno tangibile. Ma anche la salute dell’uomo ne risente.

Negli ultimi tempi la scienza mostra costantemente gli effetti negativi che il particolato e le polveri fini ed ultrafini hanno sul cervello e sulle capacità cognitive.

Sono stati compiuti in merito diversi studi in ogni parte del mondo.

L’inquinamento danneggia le capacità cognitive

Uno studio condotto dalle università di Bejing e di Yale ha esaminato le performance linguistiche e matematiche di 20.000 soggetti nel corso di 4 anni.

Sono stati somministrati 24 quesiti di matematica e 34 in cui si testava il riconoscimento delle parole a soggetti che abitavano in aree con una presenza importante di anidride solforosa, diossido di azoto e particolato.

È emerso un impatto negativo dell’inquinamento e una relazione tra presenza nell’aria di elementi nocivi e calo delle performance.

Dunque oggi è possibile affermare che a lungo termine l’inquinamento atmosferico ostacola le attività cognitive.

Si è scoperto inoltre che gli effetti sono più pronunciati in:

Allo stesso modo una ricerca americana ha coinvolto 20.000 donne di età compresa tra i 70 e gli 80 anni.

Prendendo in considerazione il luogo di residenza di ogni partecipante ed i livelli di inquinamento a cui erano sottoposte, si è scoperto che ogni 10 mg/m3 in più di particolato le partecipanti mostravano un declino cognitivo paragonabile a quello che si registra normalmente invecchiando di 2 anni.

Altri studi sono stati effettuati in vari contesti e tutti hanno portato agli stessi esiti.

Si è scoperto ad esempio che gli scacchisti hanno difficoltà di concentrazione in zone in cui i livelli di particolato sono importanti.

Dati alla mano, si è scoperto che per ogni 10 microgrammi per metro cubo di particolato fine in più un giocatore di scacchi ha il 26.3% di probabilità in più di commettere un errore.

inquinamento globo

Favorisce l’Alzheimer

Inoltre l’inquinamento incide sulla memoria predisponendo all’insorgenza di sintomi riconducibili all’Alzheimer. Possiamo affermare che per ogni 2.8 mg/m3 di Pm il declino della memoria accelera del 19%.

E non finisce qui.

Infatti, anche la capacità di giudizio è fortemente compromessa.

Lo sottolinea uno studio del National Bureau of Economic Research che ha incrociato risultati della borsa di New York con i livelli di particolato nell’area di Manhattan, rilevando che nei giorni in cui è presente più inquinamento nell’aria, i broker guadagnano molto meno.

Secondo gli studiosi, l’inquinamento atmosferico agirebbe a livello cerebrale sull’umore e le capacità cognitive degli investitori che sarebbero così meno preposti al rischio nelle loro operazioni finanziarie, guadagnando dunque molto meno.

Sai già cosa vogliamo dirti con questo articolo.

Il tuo contributo alla riduzione dell’inquinamento atmosferico è importantissimo per il mondo intero e per te.

Continua a restare aggiornato, iscriviti alla Newsletter