Plastic Tax

Manovra 2020: l’Italia è ancora più green.

Ieri 1° gennaio è stata finalmente pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la manovra 2020.

L’Italia assegna per ciascuno degli anni che vanno dal 2020 al 2024, 5000 milioni di euro da investire in opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.

Si tratta di una manovra necessaria e sempre più urgente. I fatti e la crisi climatica degli ultimi tempi ne danno conferma.

Per questo motivo anche il nostro paese sceglie di continuare a fare la sua parte con un ulteriore passo in più.

La manovra finanziaria 2020

Gli interventi riguarderanno:

  • L’efficientamento dell’illuminazione pubblica
  • Il risparmio energetico degli edifici di proprietà e residenza pubblica
  • L’installazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile.

Passano da 4.9 a 8.8 i miliardi di euro da utilizzare per la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio, includendo l’efficientamento energetico.

La tutela del territorio si lega così a quella dell’ambiente.

In particolare, un comma della manovra punta ad incentivare l’utilizzo dell’energia elettrica prodotta con fonti rinnovabili e fornisce sostegno alle fasce sociali più disagiate.

Gli enti pubblici delle Regioni che si occupano di edilizia pubblica convenzionata potranno usufruire del meccanismo dello scambio sul posto dell’energia elettrica prodotta dagli impianti di cui sono proprietari senza alcun limite di potenza, fermo restando il pagamento del 30% dell’intero importo e degli oneri generali del sistema.

Un fondo per Lo sviluppo di nuove piste ciclabili

Con il decreto viene istituito anche un Fondo per lo sviluppo delle reti ciclabili urbane istituendo 50 milioni di euro per ciascun anno fino al 2024.

Lo scopo è quello di finanziare il 50 per cento degli interventi di realizzazione di nuove piste, incentivando così all’uso di bici e alla riduzione dell’utilizzo di auto per piccoli-medi tratti.

Ulteriore punto saliente è caratterizzato dal comma con cui viene autorizzata nel 2020 la spesa di 60 milioni di euro in sostegno di azioni volte alla salvaguardia di Venezia.

Con un tweet anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha sottolineato che la crescita, la sostenibilità e l’ambiente sono al centro dell’azione di governo.

Giuseppe Conte

Non la pensa così Legambiente che si mostra delusa dalla manovra, descrivendola come l’ennesima occasione mancata poiché, nonostante gli sforzi fatti restano invariati i sussidi alle fonti inquinanti.

Noi crediamo che piccoli passi portano a grandi risultati.

È vero, non abbiamo più molto tempo ed è importante accelerare verso un mondo 100% green, ma crediamo che anche i singoli, come le istituzioni, debbano adottare comportamenti sostenibili.

Puoi farlo anche tu, noi saremo al tuo fianco e ti accompagneremo alla scoperta del mondo delle energie rinnovabili e delle azioni ecosostenibili.

Seguici e resta informato, iscriviti alla nostra Newsletter.