Tempo di lettura: 2 minuti
image_pdf

E’ il Comune di Porto Torres, in provincia di Sassari, il primo a sperimentare il cosiddetto “Reddito Energetico” italiano. Grazie a un fondo rotativo – cioè che si autoalimenta – di € 500.000, vengono forniti in concessione gratuita impianti fotovoltaici ai cittadini.

Per la precisione, gli abitanti di Porto Torres che ne hanno diritto devono essereappartenenti a precise fasce sociali ed economiche. Reddito basso, nuclei familiari numerosi, giovani coppie, anziani sopra i 60 anni, portatori di handicap, presenza di almeno due figli minori ed altri criteri.

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER IL BENESSERE DI TUTTA LA COMUNITA’

Gli scopi che stanno alla base di questo progetto infatti sono:

  • Promuovere la coesione economico-sociale andando incontro alle famiglie che sono in difficoltà economica
  • Contribuire alla tutela dell’ambiente tramite l’abbattimento delle emissioni atmosferiche, grazie all’incremento di energia proveniente da fonti rinnovabili
  • Incentivare lo sviluppo economico del territorio, favorendo la filiera locale nel settore delle energie rinnovabili

I fondi sono destinati ad acquistare ed installare impianti fotovoltaici da consegnare in comodato d’uso alle famiglie selezionate: le taglie degli impianti vanno in base ai consumi di ogni nucleo familiare e comunque per un massimo di kWp 20.

Il rapporto di comodato dura 9 anni, rinnovabile automaticamente per altri 9 e infine per altri 7 anni: 25 anni e la possibilità di riscattare l’impianto. La fornitura è chiavi in mano e comprende oltre all’installazione, la cura delle pratiche (se ne occuperà direttamente il GSE) e la manutenzione (ordinaria e straordinaria).

Le circa 50 famiglie prescelte hanno diritto all’autoconsumo gratuito dell’energia elettrica prodotta attraverso gli impianti. Per tutti questi anni l’energia prodotta e direttamente consumata e non comparirà nella bolletta!

Gli introiti provenienti dallo Scambio sul Posto invece alimenteranno il Fondo Rotativo che crescerà così negli anni, in modo che altre famiglie potranno beneficiarne.

impianto fotovoltaico fondo rotativo
Come funziona il “Fondo Rotativo”

Il GSE promette che questo in Sardegna non sarà un caso isolato: la prossima regione coinvolta sarà la Puglia, per poi coprire mano a mano tutta l’Italia.

Le energie rinnovabili sono sempre più parte della nostra vita quotidiana, sostituendo progressivamente le vecchie ed inquinanti fonti di alimentazione delle utenze.

Se vuoi avere ulteriori informazioni sulle innumerevoli possibilità che ti offre il mondo dell’energia green e degli impianti fotovoltaici, riempi il form sottostante!