Tempo di lettura: 2 minuti
image_pdf

La Spagna punta a installare 60 GW di nuova potenza da fonti rinnovabili nei prossimi dieci anni e ci prova affidandosi alle aste competitive.

Il Consiglio dei ministri spagnolo ha, infatti, approvato la proposta della ministra Teresa Ribera di introdurre nuove regole per le future installazioni di tecnologie green volte alla produzione di energia elettrica.

Il nuovo piano si chiama REER (Régimen Económico de Energías Renovables) e permetterà di ampliare e modificare gli impianti esistenti. Sono due le novità importanti di cui si fa portatore:

  • sarà compatibile con l’accumulo energetico,
  • consentirà la “ibridazione” tra varie tecnologie.

 

Lo scopo è quello di favorire un’ampia diffusione delle diverse fonti rinnovabili abbinate ai sistemi di storage.

Il meccanismo delle aste “pay as bid

Il meccanismo “pay-as-bid” concede ai vincitori una remunerazione pari all’offerta di prezzo che hanno presentato in asta per ogni blocco di potenza aggiudicato.

Nelle gare si potrà distinguere tra differenti tecnologie in funzione di:

  • Caratteristiche tecniche,
  • Criteri di localizzazione geografica,
  • Maturità tecnologica,
  • Componente innovativa,
  • Livello di gestibilità nell’ambito del sistema elettrico.

 

Inoltre, il decreto prevede la possibilità di fissare criteri aggiuntivi per consentire anche ai piccoli progetti, come le comunità energetiche, di competere nelle aste in condizioni di parità con gli altri.

 

Un’agenda organizzata.

La prima asta dovrebbe svolgersi entro la fine del 2020, ma tutte le date, la frequenza e i termini indicativi delle gare, così come la capacità disponibile e le tecnologie incluse nelle diverse competizioni, saranno pubblicate a breve.

La Spagna punta al 74% di rinnovabili nel settore elettrico nel 2030 installando decine di nuovi GW attraverso:

  • impianti fotovoltaici,
  • eolici,
  • solari termodinamici
  • batterie per l’accumulo energetico.

Anche l’Italia si sta impegnando con forza alla lotta al cambiamento climatico ed il Superbonus 110% ne è la dimostrazione chiara.

Se vuoi maggiori informazioni su come contribuire al benessere ambientale beneficiando del Superbonus puoi scriverci compilando l’apposito modulo.

I nostri esperti ti aiuteranno ad entrare nel meraviglioso mondo delle energie rinnovabili!