Tempo di lettura: 4 minuti
image_pdf

Ormai tutti parlano di riscaldamento a pompa di calore e abbiamo notato che c’è davvero troppa confusione.

La nostra è una redazione che vuole informare sulle energie rinnovabili. Questo ci spinge ad aggiornarci e a diffondere ai nostri lettori tutte le novità e gli aggiornamenti.

È dunque per noi doveroso chiarire alcuni punti:

Siete Pronti? Bene, partiamo!

Cos’ è la pompa di calore?

È una macchina capace di estrarre e trasferire energia termica.

Ne esistono vari tipi, variano in base alla fonte da cui è reperita l’energia necessaria:

  • Da aria esterna (come puoi vedere in foto);
  • Da acqua di falda;
  • Da terra (definita geotermica)
unita esterna-unita interna
Unità esterna: efficiente in ogni condizione climatica. Unità interna: è un accumulatore di acqua calda.

Tutte riescono a ridurre l’emissione di CO2.

Ma come funziona?

Sfrutta il principio inverso a quello usato dal tuo frigorifero.

Ti spiego meglio.

Anche se non lo vedi nell’aria c’è sempre calore. L’unità esterna della pompa di calore lo cattura e lo trasferisce ad un accumulatore d’acqua, la riscalda e la distribuisce alle tubature o ai radiatori della tua abitazione.

Acqua calda-riscaldamento-termosifone-rubinetto
Grazie alla Pompa di Calore avrai acqua calda sanitaria, per le tue docce, e riuscirai a riscaldare la tua casa.

A questo punto ti chiederai:

Cosa consuma questa macchina? Sicuramente non andrà ad aria!

La pompa di calore assorbe elettricità.

Scommettiamo che ti è venuto qualche dubbio sulla reale efficacia di questo impianto nell’abbattere l’inquinamento atmosferico: lo abbiamo avuto anche noi.

Ma poi abbiamo pensato:

  • Il gas inquina più dell’elettricità,
  • È possibile scegliere di consumare esclusivamente energia 100% derivata da fonte rinnovabile scegliendo fornitori di energia green,
  • Se è abbinata ad un impianto fotovoltaico sfrutta solo energia presente in natura.

Quindi si tratta di un prodotto molto efficace e sostenibile, ma da un punto di vista economico quanto è conveniente?

elettricità green

La pompa di calore scalda l’abitazione in qualsiasi momento della giornata e con qualsiasi condizione climatica senza usare gas.

Ciò significa abbattere totalmente la bolletta.

Hai mai pensato a quanto spendi annualmente per questo?

Per non parlare della manutenzione e della tassa sui fumi (il cui costo in media oscilla tra i 150 ed i 200 euro) da fare periodicamente e da cui la pompa di calore è esente.

Questo è dovuto a due fattori:

  • Durante la fase d’installazione viene consultata la tabella della durezza dell’acqua che definisce il livello di calcare presente in quella area geografica, per questo è improbabile che si accumuli all’interno del sistema di riscaldamento.
  • Non c’è rischio di fughe di gas.

manutenzione fumi della caldaia

Dobbiamo inoltre sfatare un altro mito.

Molti pensano che installare una pompa di calore equivalga a cambiare tutto l’impianto idraulico.

Nulla è più sbagliato!

Installare questo sistema significa semplicemente eliminare la caldaia e agganciare l’impianto a questa macchina e alla sua unità esterna (uguale a quella dei condizionatori).

Come faccio a cucinare senza la caldaia?

In molti non sanno che il gas erogato dai fornelli non arriva dalla caldaia ma segue un circuito diverso.

Quindi potrai continuare ad utilizzare i tuoi fornelli attuali.

Finora tutto sembra fantastico, vero?

A questo punto però dobbiamo farci un’altra domanda.

Quando NON deve assolutamente essere installata una pompa di calore?

Prima di installare questo tipo di impianto è necessario considerare i seguenti fattori:

  • La fattibilità; è necessario innanzitutto analizzare quale sorgente di calore rinnovabile è più congeniale al territorio, è possibile scegliere quella ad acqua, terra o aria. Ognuna di queste è soggetta a limitazioni.
    Ad esempio, la soluzione ad aria (quella più diffusa al momento) richiede spazi per il posizionamento dell’unità esterna e l’impatto estetico spesso ne impedisce l’installazione nei centri storici.
  • Gli ingombri; rispetto ai tradizionali sistemi di riscaldamento la pompa di calore richiede spazi maggiori.
  • La tipologia dell’impianto; hanno limiti operativi. Per essere efficienti devono lavorare entro determinati range di temperatura.
  • La tipologia dell’abitazione; deve essere coibentata (con cappotto termico o nuovi infissi) per ridurre la dispersione di calore e di conseguenza il fabbisogno energetico.

Siamo Pro o Contro l’installazione della pompa di calore?

Siamo assolutamente a favore!

Qualora ci siano i presupposti questa macchina consente di tutelare contemporaneamente il nostro Pianeta e il portafogli.

Inoltre, la crisi climatica ha spinto molti governi ad adottare misure fiscali a vantaggio dei cittadini che installeranno ne installeranno una.

In particolare, potranno scegliere se detrarre il 65% del costo dell’impianto oppure ottenere uno sconto immediato attraverso la cessione del credito.

Ci sono tutte le condizioni per dare il tuo contributo alla riduzione delle emissioni di CO2!

Allo scopo di aiutare il lettore a scegliere le energie rinnovabili, la nostra Redazione è in contatto con varie realtà commerciali su tutto il territorio nazionale.

Possiamo fornirti informazioni utili e trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze indicandoti il partner di nostra fiducia nella tua zona.

Compila l’apposito modulo che trovi qui sotto e ti daremo una mano gratuitamente.

Cosa aspetti?

Muovi con noi il primo passo verso il risparmio energetico ed economico!