Tempo di lettura: 3 minuti
image_pdf

COSA SIGNIFICA EFFICIENZA ENERGETICA?

Un consumo efficiente dell’energia, sia essa proveniente da fonti rinnovabili che da fonti fossili, è quello che minimizza gli sprechi e consente perciò di ridurre le emissioni e la spese di ognuno di noi.

Purtroppo le case di tutti noi sono caratterizzate da un altro grado di inefficienza energetica sia per ciò che riguarda il fabbisogno termico che quello elettrico.

Quello che molti non sanno è che gran parte dell’energia che viene prodotta viene dispersa sotto forma di calore.
Questo accade anche negli apparati più efficienti come i pannelli fotovoltaici dove si toccano picchi massimi del 97% di efficienza energetica.

Ma da oggi tutto può cambiare radicalmente! Continua a leggere perché adesso le cose si fanno interessanti.

NEGLI USA UNA SCOPERTA CHE RIVOLUZIONERÀ IL MERCATO

Un team internazionale di ricercatori della Ohio State University e del Dipartimento dell’energia degli Stati Uniti hanno scoperto un modo innovativo per catturare il calore e trasformarlo in modo efficiente in energia elettrica da poter utilizzare.

Lo studio pubblicato sulla rivista Science Advances, potrebbe dare il via ad una nuova generazione di energia altamente efficiente, ricavata ad esempio:

  • Dai fumi di scarico delle auto,
  • Dai processi industriali,
  • Anche da oggetti come le sonde spaziali.

Niente male vero? Soprattutto se consideriamo che questa enorme quantità di calore viene completamente dispersa e adesso invece potrebbe essere catturata ed inserita in un’ottica di economia circolare.

Lo abbiamo già detto molte volte nei nostri precedenti articoli, non solo tramite le energie rinnovabili si può abbattere le emissioni di CO2! Anche tramite l’uso più efficiente dell’energia che abbiamo a disposizione.

Un primo tentativo in questa direzione è stato fatto con le caldaie a doppia condensazione, le quali consentono di recuperare il calore latente dei fumi di scarico per pre-riscaldare l’acqua del circuito di riscaldamento.

Quindi non stiamo parlando di fantascienza, ma di realtà già ampiamente testate e consolidate nel mercato!

Grazie a questa scoperta saremo in grado di produrre più energia dal calore rispetto a quella che produciamo oggi.
Joseph Hermans, professore di ingegneria meccanica e aerospaziale alla Ohia Eminent Scholar, spiega che “quello che abbiamo trovato è un nuovo modo di progettare semiconduttori termoelettrici, ossia materiali che convertono il calore in elettricità. I termoelettrici convenzionali che abbiamo avuto negli ultimi 20 anni sono troppo inefficienti e restituiscono poca energia. Adesso questa scoperta cambia radicalmente questa comprensione”.

LE NOSTRE CONSIDERAZIONI

Il passaggio verso il completo utilizzo delle energie rinnovabili è ancora troppo lento, ragion per cui questi studi devono essere letti nell’ottica di una migrazione graduale che, per essere sostenibile, deve necessariamente passare attraverso un più efficiente utilizzo delle fonti fossili a disposizione.
Questo al fine di ridurre il più possibile le emissioni di CO2 ed a cascata tutte le conseguenze che comportano.

In questo senso, non ci stancheremo mai di dirlo, il contributo di ognuno di noi può essere importante! Si veda la tabella qui sotto per capire quanto, anche le piccole azioni quotidiane, possano fare la differenza per il nostro pianeta e per il nostro portafoglio.

tabella-risparmio

Cosa significa questo? Rispettare questi semplici comportamenti potrebbe:

  1. Oltre 300 kWh annui risparmiati,
  2. 725 kg annui di CO2 non immessi nell’ambiente,
  3. Circa 260€ annui risparmiati in bolletta.

Niente male vero?

P.S. Sei un nostro lettore da molto tempo? Vuoi fare davvero la differenza?

Ottimo! Se vuoi contribuire in modo ancora maggiore alla riduzione delle emissioni di CO2 puoi:

  1. Passare alle energie rinnovabili. Sono diverse le soluzioni a tua disposizione: fotovoltaicopompe di caloresolare termodinamicoaccumulo virtuale (nei link trovi diverse guide con consigli utili per prendere la migliore scelta possibile);
  2. Leggere i 10 comandamenti di EPG per salvare il pianeta;
  3. Iscriverti alla newsletter di EPG.